Kick Light

Ultima delle discipline inserite negli sport da tatami della Kick Boxing, la Kick Light aggiunge alla tradizionale formula del light-contact la possibilità di colpire con i low kick, cioè con i calci circolari bassi sulle gambe: l’unico tipo di calcio che si può eseguire al di sotto della cintura.

La differenza con il tradizionale light-contact è che nella kick light le distanze si accorciano ulteriormente e l'atleta necessita di una prontezza e di una mobilità maggiore per evitare i pericolosissimi calci portati sotto la cintura e sferrati sulla coscia, che naturalmente danno punti.

La competizione è uguale ad una di light contact: vengono usati i cartellini o il sistema elettronico con monitor segnapunti. Anche in questa disciplina è proibito il K.O.

L'Italia vanta diversi campioni europei e mondiali nonostante sia ancora una disciplina giovane.